Da sapere prima di partire

Informazioni generali

È possibile viaggiare solo se muniti di carta d’identità o di passaporto in corso di validità, in base al Paese di destinazione. In linea di massima, il passaporto in corso di validità è richiesto per le destinazioni estere al di fuori dell’Unione Europea. Per esempio, alcuni Paesi richiedono che la validità del passaporto sia superiore a 6 mesi dopo la data di ritorno, che il passeggero sia munito di un biglietto di andata e ritorno o di un foglio di uscita e di fondi sufficienti per il periodo di permanenza e per il rimpatrio.

Allo stesso modo, al fine del rilascio del visto di ingresso, alcuni paesi esigono che il passeggero dimostri di aver sottoscritto un’assicurazione di assistenza/rimpatrio. 

I cittadini dei Paesi esteri dovranno obbligatoriamente rivolgersi alle autorità competenti del proprio Paese di residenza o dei Paesi di destinazione, prima di procedere alla prenotazione e all’acquisto dei Servizi.

Consigliamo vivamente al Cliente di consultare tutte le informazioni sui paesi di destinazione e sulle pratiche amministrative e sanitarie da espletare sui seguenti siti Internet:

senza dimenticare i Paesi di scalo o i Paesi di transito.

Tali formalità e le relative spese sono a carico del Cliente. Tra la pubblicazione delle informazioni sul Sito e la data della partenza del Cliente possono verificarsi delle variazioni, pertanto il Cliente è tenuto a consultare il sito appena prima della partenza. Il Cliente è tenuto a rispettare scrupolosamente tali formalità ed assicurarsi che i nomi e cognomi indicati sui documenti di viaggio (prenotazioni, titoli di trasporto, voucher) corrispondano esattamente a quelli riportati sui relativi documenti d’identità, passaporti, visti, ecc. Uaoo non potrà, quindi, essere ritenuta responsabile in caso di mancata osservanza da parte del Cliente dei suddetti obblighi, in particolare nel caso in cui al Cliente venga rifiutato l’imbarco o lo sbarco o gli venga inflitta un’ammenda.

A Uaoo non potranno in nessun caso essere imputati i costi e le conseguenze derivanti dalla mancata osservanza delle norme doganali o sanitarie dei Paesi visitati.

Documenti per viaggi all’estero di minori: passaporto/carta d’identità

I minori devono essere in possesso di un documento d’identità a proprio nome. L’iscrizione dei minori sul passaporto dei genitori non è più sufficiente o possibile (anche se si tratta di passaporti “vecchio modello”). I minori devono essere titolari di un passaporto individuale. Nel caso di minori accompagnati da un solo genitore, oltre alle normali formalità, il genitore che accompagna il minore dovrà essere munito della necessaria documentazione per consentire l’espatrio del minore. La stessa regola vale anche per i minori accompagnati da terzi. Uaoo non accetta in alcun caso la registrazione di un minore non accompagnato e declina ogni responsabilità qualora, nonostante il divieto, un minore non accompagnato risulti registrato ad un viaggio a sua insaputa. I minori accompagnati da un genitore dovranno essere in possesso di un’autorizzazione all’espatrio qualora non abbiano lo stesso cognome del genitore che li accompagna.

Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire da tale data, i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, di carta d’identità valida per l’espatrio o di altro documento equipollente. 

Poiché le informazioni riportate possono variare senza preavviso, si raccomanda al viaggiatore di consultare il sito ufficiale del Ministero degli Affari Esteri Italiano (
www.viaggiaresicuri.it) o di recarsi presso la propria questura per avere informazioni aggiornate.

Uaoo non è responsabile in caso di modifica della normativa vigente.

Documenti per viaggi con destinazione USA

A partire dal 12 gennaio 2009 è obbligatorio ottenere un’autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization) per potersi recare negli Stati Uniti nell’ambito del programma “Viaggio senza Visto” (Visa Waiver Program). L’autorizzazione va ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti. L’autorizzazione ESTA è obbligatoria ed ha durata di due anni, o fino a scadenza del passaporto.

La U.S. Customs and Border Protection (CBP) informa che – a partire dall’8 settembre 2010 – i viaggiatori dei Paesi aderenti al Visa Waiver Program (WVP) dovranno pagare l’importo di $ 14 all’atto della richiesta dell’autorizzazione ESTA. Tale pagamento dovrà essere effettuato tramite carta di credito al momento della richiesta sul sito https://esta.cbp.dhs.gov.

Per usufruire del programma “Visa Waiver Program” (Programma di Viaggio in esenzione di Visto) è necessario:

Le risposte che verranno fornite dal sistema “ESTA” potranno essere di tre tipi:

  1. “Authorisation Approved”, nel caso di concessione dell’autorizzazione. L’autorizzazione sarà valida per due anni o fino a quando il passaporto del viaggiatore non scade e consentirà la possibilità di effettuare più viaggi negli Stati Uniti senza che per ognuno di essi sia necessaria una nuova registrazione online ed una conseguente nuova autorizzazione;
  2. “Travel not Authorized”, nel caso di diniego dell’autorizzazione. In tal caso occorrerà rivolgersi al Consolato americano per richiedere un visto per gli Stati Uniti;
  3. “Authorization Pending”, nel caso in cui siano necessarie ulteriori informazioni ai fini del rilascio dell’autorizzazione.
Un’autorizzazione “ESTA” (come già avviene attualmente in base al “Visa Waiver Program”) non garantirà un’automatica ammissione in territorio americano che sarà lasciata alla discrezionalità delle competenti Autorità doganali e di frontiera.

Al fine di facilitare il processo di valutazione dei dati forniti con la registrazione, si consiglia di compilare il modulo ESTA non meno di 72 ore prima della partenza.
Si consiglia per maggiori informazioni al riguardo e per la compilazione dello stesso di consultare direttamente il sito Internet del Dipartimento di Stato USA: www.cbp.gov/travel


Passaporto

È necessario ed occorre essere in possesso di una delle seguenti tipologie:

Si ricorda che il passaporto deve essere in corso di validità e che la data di scadenza deve essere successiva alla data prevista per il rientro in Italia.

Attenzione: Nei maggiori scali aeroportuali degli Stati Uniti sono stati introdotti per il controllo passeggeri veri e propri “body scanners”, sistemi accurati di controllo elettronico a bassa emissione di raggi X. I passeggeri che non intendano sottoporsi a tale tipo di controllo possono chiedere di essere sottoposti a quello “pat down” (cioè perquisizione fisica manuale).

Si suggerisce, infine, di dotarsi (se non già inclusa nel pacchetto viaggio acquistato) di una assicurazione che copra le eventuali spese sanitarie ed il rimpatrio aereo del malato.